HOME / CONOSCERE L'ENERGIA / L'ENERGIA PER LE ATTIVITÀ UMANE



Per vivere
Ogni organismo ha bisogno di energia per vivere. Tutte le attività umane sono possibili solo grazie all'energia: riusciamo a muoverci o a pensare consumando l'energia immagazzinata nel nostro corpo, e tutti gli oggetti che ci circondano e che utilizziamo tutti i giorni necessitano di energia per funzionare o sono stati costruiti grazie a essa.
L'energia riscalda e illumina le nostre case, fa funzionare telefoni, radio e tv, permettendoci di comunicare, alimenta gli apparecchi con cui conserviamo e produciamo il cibo che mangiamo, aziona le pompe che portano l'acqua alle nostre case, ci permette di spostarci e di viaggiare, fa funzionare le industrie.
La qualità della vita di ciascuno di noi è quindi strettamente condizionata dalla disponibilità continua e sicura di energia, e proprio per questo motivo va risparmiata. Utilizzare meno energia non significa necessariamente sacrificare il nostro stile di vita.
Finestre che non si chiudono bene, pareti male isolate, luci sempre accese anche quando ci si trova in un'altra stanza, acqua calda che viene lasciata scorrere per ore, televisione accesa anche quando non la si guarda. Tutto questo contribuisce a far aumentare i consumi di energia e di conseguenza a ridurre le fonti primarie disponibili e a inquinare sempre di più.

Per muoversi e viaggiare
I trasporti sono tra i maggiori responsabili del consumo di energia. Il trasporto su gomma, sia di autoveicoli sia di mezzi pesanti, continua a dipendere essenzialmente dai combustibili fossili convenzionali. L'utilizzo di combustibili fossili nei motori a scoppio, inoltre, è una delle principali fonti di inquinamento atmosferico sia per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica, responsabile dell'Effetto Serra, sia per gli altri inquinanti dannosi alla salute, come ossidi di azoto, polveri, benzene e altre sostanze chimiche. Secondo uno studio condotto dall'Agenzia Internazionale dell'Energia, il settore dei trasporti supererà quello dell'industria nel consumo di energia entro il 2020 e, dal momento che l'energia usata per i trasporti è stimata in crescita ad un tasso annuale del 2,1%, entro quella data il mondo consumerà due terzi di energia in più di oggi.
Gli interventi possibili per cercare di ridurre i consumi energetici e l'impatto inquinante del settore dei trasporti sono molti e di diversa natura. Se proprio non si riesce a rinunciare all'auto è meglio prediligere modelli a basso consumo, assicurare una corretta manutenzione all'automobile, adottare uno stile di guida che consumi meno energia possibile. In città, però meglio spostarsi utilizzando i mezzi pubblici: un tragitto in autobus consuma 50 volte meno di un'auto che percorre lo stesso percorso. Usare la bicicletta fa bene al fisico, il car sharing o car pooling fanno bene allo spirito e all'ambiente.

Per produrre
L'industria consuma una buona quota dell'energia prodotta sulla Terra. Oltre il 65% dei consumi elettrici all'interno degli stabilimenti industriali è costituito da motori elettrici che, direttamente o indirettamente, garantiscono la produzione di manufatti e permettono il funzionamento di servizi ausiliari all'interno dell'azienda.